Silent Check

Chi lo avrebbe mai detto?

By 5 Gennaio 2021
Che Milan contro Juventus, dopo nove anni di egemonia bianconera, sarebbe giunta (quasi) alla fine del girone d’andata con i rossoneri in vantaggio di dieci punti (anche se la Juve ha una partita in meno). Uno scenario impensabile all’inizio della stagione. Certo, il Milan aveva veleggiato forte nella ripresa post lockdown, gettando le basi per questo capolavoro d’inizio campionato, ma la Juve (all’epoca di Sarri, poi passata a Pirlo) non era da meno. A ogni modo, quella di mercoledì tra le due squadre, sarà una partita rivelatrice per entrambe. Dirà al Milan, in caso di vittoria, se sarà davvero in grado di lottare per questo titolo insperato. E alla Juventus se sarà in grado, ancora, di poterlo fare. Perché una sconfitta per i bianconeri sarebbe una battuta d’arresto forse definitiva, in termini di punti, quindi numerici, davvero non indifferente. Di solito in queste occasioni c’è un calciatore portoghese che sceglie di vincere le partite da solo; un po’ per far crescere i suoi follower, un po’ perché non gli piace perdere, un po’ perché è uno dei pochi in Europa in grado di farlo in autonomia. Un altro, che gioca però nell’altra squadra e viene dalla Svezia anche se ha un accento balcanico, purtroppo non ci sarà. Ma il Milan si è abituato a saper vincere anche senza di lui. Adesso ha la prova del nove per dimostrarlo a tutta Italia.

Leave a Reply