Silent Check

E l’Inter cosa farà?

By 29 Luglio 2020

Si parla sempre dei progetti del Napoli di Gattuso, cosa riserverà il futuro agli azzurri, messi davanti a una mezza rivoluzione. Si parla spesso anche del Milan; dopo l’arrivo sfumato del tedesco famoso, si è deciso di puntare ancora su Pioli, riconfermato a furor di popolo (e punti). Si parla tanto pure della Juve e di Sarri, dei presunti ammutinamenti, di qualche sconfitta di troppo e di un futuro incerto. Ma dell’Inter e di Conte? Che prospettive ci sono per i nerazzurri? Lautaro segna e zittisce (nel sempiterno gesto odioso e inflazionato) ma il fantasma blaugrana aleggia su di lui sempre più. E se El Toro andasse via? Come si sostituirebbe? Non sono in tanti a poter giocare così bene insieme a Lukaku. E poi la grana Eriksen. Il danese era arrivato, su precise istruzioni di Conte, per puntellare il centrocampo con l’elemento di classe che il tecnico sentiva mancasse, ma poi che fine ha fatto l’ex Tottenham? Tra panchine continue, scampoli di minuti finali e prestazioni opache, dove si è smarrito il suo talento? Una traversa, qualche assist e un po’ di lampi di luce non sono sufficienti. Né per ripagare l’investimento economico, né per il suo talento. Di certo maggiore di quello visto fino a oggi. L’Inter non è stata all’altezza della Juventus, è un dato di fatto, e per una società che ha comprato Lukaku dodici mesi fa, puntando apertamente allo scudetto, non è stata una stagione all’altezza. Adesso bisognerà lavorare per colmare il gap. Ma come si colma un gap del genere coi bianconeri? Si pensava (me incluso) bastasse Antonio Conte. Non è stato così. E adesso?

Leave a Reply