Brevi

L’esonero di Mourinho non ha fatto bene allo United

By 24 Aprile 2019

Dopo una prima marcia trionfale fatta di 10 vittorie nelle prime 12 partite, il Manchester United di Ole Gunnar Solskjaer ha iniziato a rallentare. E mentre in Inghilterra più di qualcuno ha cominciato a chiedersi se il prolungamento di contratto del norvegese sia stata una scelta oculata, le statistiche hanno dato una prima risposta.

In attesa del derby di stasera contro il City, lo United è sesto in classifica a quota 64 punti. Esattamente 24 in meno rispetto al Liverpool capolista. Frutto di un bottino di 12 vittorie, 2 pareggi e 3 sconfitte ottenute con Solskjear in panchina. A dicembre, prima dell’esonero Mourinho aveva collezionato 7 vittorie, 5 pareggi e altrettante sconfitte. Un bottino molto più magro che, tuttavia, aveva portato il Manchester United al sesto posto, ma a “solo” 19 punti di distanza dalla squadra di Jurgen Klopp.

Paradossi della statistica che, tuttavia, stanno creando qualche problema al norvegese. Dopo aver accarezzato l’idea di centrare il quarto posto, ora la pesantissima sconfitta rimediata in casa dell’Everton ha rimescolato le carte. Il quarto posto occupato dal Chelsea è distante tre punti, ma lo United ha bisogno di tornare quello di inizio anno. Anzi, quello dell’inizio dell’avventura di Solskjaer.

Leave a Reply