Silent Check

La scommessa perduta della Juventus

By 18 Maggio 2021
Juventus

Sento un gran parlare intorno al rinnovo o all’esonero di Andrea Pirlo, alla fine di questa stagione, a prescindere da come andrà la finale di Coppa Italia e dal raggiungimento del quarto posto, tradotto: Champions League. Si indica il tecnico come responsabile unico della disfatta bianconera (perché di disfatta si tratta, inutile girarci intorno), e che per rialzare la Juventus è necessario il ritorno di Allegri, quello di Zidane, oppure puntare su un altro allenatore ancora. Basta capire un po’ di pallone per osservare la rosa della Juve, specie in mezzo al campo, e capire una cosa che si vedeva già a ottobre: la squadra è costruita male. Non è bilanciata, né ha un tasso tecnico in grado di dominare un campionato come il nostro. Il progetto Cristiano Ronaldo è naufragato, perché se prendi il portoghese per vincere subito la Champions e in tre anni gli metti in panchina tre allenatori diversi, molto diversi tra loro oltretutto, cosa pretendi? E queste scelte sono della società, non certo di Allegri, Sarri e Pirlo. Che qualcuno apra gli occhi sulla Juventus, e capisca che non sempre la colpa è di chi sta nell’area tecnica a bordocampo.

Leave a Reply