Brevi

La tripletta di Lucas Moura non rappresenta un record

By 9 Maggio 2019

 

Con la sua tripletta Lucas Moura è stato il protagonista inaspettato, l’uomo che nell’arco di quaranta minuti ha reso possibile la miracolosa rimonta sull’Ajax del Tottenham, spedendo così i londinesi al Wanda Metropolitano per la finale contro il Liverpool di Jurgen Klopp del prossimo 1° giugno. Eppure il ventiseienne brasiliano non è il primo calciatore a realizzare tre gol in una semifinale di Champions League. Tre prima di lui erano riusciti nell’impresa. Nell’ordine, sono Alessandro Del Piero in Juventus-Monaco 4-1 del 1° aprile 1998, Ivica Olić in Lione-Bayern Monaco 0-3 del 27 aprile 2010 e Cristiano Ronaldo in Real-Atletico Madrid 3-0 del 2 maggio 2017.

E poi c’è chi ha fatto addirittura meglio, con un poker. Si tratta di Robert Lewandowski che, con la maglia del Borussia Dortmund, infilò per quattro volte la porta di Iker Casillas nella semifinale d’andata contro il Real Madrid del 24 aprile 2013, terminata 4-1 per i tedeschi (rete di Ronaldo per i Blancos).

Robert Lewandowski realizza il suo quarto gol in Borussia Dortmund-Real Madrid 4-1 del 2013

Il brasiliano degli Spurs ha però conquistato un primato in solitaria, quello della rete più “tardiva” in una gara di fase ad eliminazione di Champions League. Il fantasista degli Spurs ha messo in rete il definitivo 2-3 al 96’ minuto. Il Barcellona, nella storica rimonta per 6-1 sul Paris Saint-Germain completò l’impresa con il gol di Sergi Roberto al 95’. E in quel caso si trattava di un ottavo di finale.

 

Foto: Getty

Leave a Reply