Silent Check

Mal di Champions

By 18 Febbraio 2021
La coppa dalle grandi orecchie è diventata indigesta alla Juventus, almeno a quella del dopo Allegri. La sconfitta di ieri contro il Porto ha messo ancora una volta in luce i limiti dei bianconeri in Europa, fatti soprattutto di concentrazione (il gol regalato da Bentancur è una cosa impossibile, a questi livelli), di troppa fiducia nei propri mezzi e di quell’assenza di fame, e spietatezza, che ha caratterizzato l’ultimo decennio bianconero in Italia. Il due a uno in Portogallo, ottenuto grazie alla rete di Chiesa, è ribaltabile, non è un disastro, la Juve può ancora farcela, eppure una domanda comincia a ronzarmi per la testa. Ma quel signore con il numero 7, guarda caso portoghese anche lui, non era stato preso per vincere la Champions League? Se i bianconeri dovessero uscire ancora una volta in una fase così preliminare del torneo, potrebbe parlarsi del progetto-Cristiano come di un fallimento?

Leave a Reply