Feed

Mertens ti voglio bene

By 19 Maggio 2020

Dries Mertens è un uomo al quale si può solo volere bene, perché è una delle ultime espressioni di pura gioia rimaste in questo calcio dai fatturati spaziali e dai profili Instagram da fatturato aziendale. Quello che ha fatto ieri nei confronti del ragazzino napoletano vittima, nelle scorse ore, di un’azione di bullismo, è l’ennesimo gesto da anima pura. Per chi non avesse seguito la vicenda: un minorenne viene messo in mezzo dall’ennesimo braco di codardi della sua età. In gruppo leoni, da soli… com’era? Pensano bene anche di filmare la scena. La vittima, da sola, viene aggredito a turno da tutti gli altri. Schiaffi, spintoni, calci. Minacce. Uno spettacolo raccapricciante. Il video esce sul web e fa il giro della città. Se ne occupano giornali e radio. E Dries, allora, decide di invitare il ragazzo a casa sua, trascorrere con lui il pomeriggio e regalargli una sua maglia con una dedica speciale. Stessa cosa la fa Lorenzo Insigne, che gli fa recapitare una sua maglietta autografata. Quando il calcio serve per missioni come questa, io riservo ancora un po’ di fiducia nel sistema. Questo universo così complicato, politico e remunerativo, può ancora, con qualche piccola attenzione, aiutare i più deboli, schierarsi dalla parte giusta. Negli uomini – prima che negli atleti – come Mertens io ripongo questa speranza. Non solo con i gol, ma con il loro carattere e le loro azioni, possono scaldare i cuori di chi ama questo sport. Ah, adesso non resta che aspettare l’annuncio del rinnovo con il Napoli. Allora sì che sarebbe l’happy ending perfetto per Ciro Mertens e tutti i suoi tifosi.

Leave a Reply