SILENT CHECK
di Marco Marsullo

L’orrore di quel saluto militare dei giocatori turchi

L’orrore di quel saluto militare dei giocatori turchi

Trovo insopportabili i giocatori turchi che fanno quell’insopportabile, ...

SILENT CHECK

di Marco Marsullo

tutti gli articoli...

L’orrore di quel saluto militare dei giocatori turchi

L’orrore di quel saluto militare dei giocatori turchi

Trovo insopportabili i giocatori turchi che fanno quell’insopportabile, ...
Ismael Bennacer, un tipo normale

Ismael Bennacer, un tipo normale

Ecco chi è e cosa può dare al Milan il talento esploso con la maglia dell'Empoli ...
Ok, il prezzo è giusto!

Ok, il prezzo è giusto!

In un mercato dominato dalle plusvalenze, quali sono stati i colpi pagati il giusto? ...
Costruire un nuovo sogno

Costruire un nuovo sogno

Con Racing-Unión, stasera, riparte la Superliga. E Lisandro Lopez ha ancora fame ...
Buena suerte, querido Capitan

Buena suerte, querido Capitan

Daniele De Rossi inizia la sua nuova vita al Boca Juniors. Difficile trovare un trasferimento più romantico nel calcio moderno ...
Guida essenziale per conoscere il Debrecen

Guida essenziale per conoscere il Debrecen

Dopo aver battuto gli albanesi del Kukesi, ora gli ungheresi affronteranno il Torino nel secondo turno dei preliminari di Europa League. Ecco come gioca la squadra di Andreas Herczeg ...
Cosa può offrire all’Atalanta Ruslan Malinovskyi

Cosa può offrire all’Atalanta Ruslan Malinovskyi

Il centrocampista ucraino è il terzo acquisto più costoso della storia della Dea. Ecco perché Gasperini ha deciso di puntare sull'ex Genk ...
Cosa ci ha detto la prima sfida fra Sarri e Conte?

Cosa ci ha detto la prima sfida fra Sarri e Conte?

Pur essendo soltanto un'amichevole estiva, il primo incrocio fra Juventus e Inter ci ha detto molto. Ecco dieci spunti (cinque per parte) sui quali riflettere ...
Oltre la leggenda

Oltre la leggenda

Ai mondiali di Gwangju, Corea del Sud, Federica Pellegrini ha dato vita a una finale epica conquistando il quarto oro nei 200 sl. Un successo che, a 31 anni, la trasforma in una icona che trascende lo sport ...
L’eroe che l’Egitto ha cancellato

L’eroe che l’Egitto ha cancellato

Dopo aver segnato un gol all'Italia nella Confederations Cup del 2009, con il trionfo alle presidenziali di Morsi 2012 l'egiziano Homos è diventato parlamentare. Ora, però, ha dovuto abbandonare il Paese per sfuggire alle retate anti-Fratellanza: «Se tornassi al Cairo rischierei di essere fucilato». ...
Lo strano caso di Nicolò Zaniolo

Lo strano caso di Nicolò Zaniolo

Vista anche una certa difficoltà nel trovare una precisa collocazione del giocatore nell'impianto tattico di Fonseca, la Roma sta temporeggiando, indecisa se sacrificarlo o meno. Ecco come le prospettive del centrocampista giallorosso sono cambiate in appena 6 mesi ...
Come la luce di Rembrandt

Come la luce di Rembrandt

Con l'addio di Arjen Robben va in archivio una finta diventata iconica, così prevedibile ma allo stesso tempo così indecifrabile per i difensori avversari ...
Julian Alaphilippe può davvero vincere il Tour?

Julian Alaphilippe può davvero vincere il Tour?

Julian Alaphilippe è stato la sorpresa assoluta di questo Tour. Ma il francese ha davvero le carte in regola per vincere la Grande Boucle? ...
Cosa ci lascia questa Coppa d’Africa

Cosa ci lascia questa Coppa d’Africa

Ecco cinque cose che ricorderemo a lungo di questa edizione vinta dall'Algeria ...
Migliorarsi a vicenda

Migliorarsi a vicenda

Ecco cosa de Ligt può dare alla Juventus. E cosa la Juventus può dare a lui ...
Lo sbarco sulla Luna e il calcio del 20 luglio 1969

Lo sbarco sulla Luna e il calcio del 20 luglio 1969

Il racconto del mondo del pallone in quello storico giorno di cinquant’anni fa tra vacanze, partite e mercato. Pelé si sbilancia: «Vado a giocare sul satellite» ...
Quando il mondo ha imparato a conoscere il Senegal

Quando il mondo ha imparato a conoscere il Senegal

Il 31 maggio del 2002 il Senegal faceva il suo esordio ai Mondiali battendo la Francia. Ecco come una squadra che era stata etichettata come una novità esotica è riuscita a entrare nel cuore di tifosi ...
Quando Pak-Doo-Ik ha ammutolito l’Italia

Quando Pak-Doo-Ik ha ammutolito l’Italia

Il 19 luglio del 1966 l'Italia perde contro la Corea e viene eliminata dal mondiale inglese. Una sconfitta che passerà alla storia come la "Caporetto" del nostro calcio e che portò alla chiusura delle frontiere nel tentativo di valorizzare i talenti azzurri ...
L’eroe silenzioso della Coppa d’Africa

L’eroe silenzioso della Coppa d’Africa

Gernot Rohr ha portato le Super Aquile al terzo posto, ma i suoi meriti sono molto più grandi: in una Nigeria devastata dal conflitto tra realtà cristiana e islam irredentista sotto la minaccia dei Boko Haram, lui è riuscito a unire le due anime di una squadra da sempre divisa in altrettanti clan religiosi ...
Dove la luce dei riflettori non arriva

Dove la luce dei riflettori non arriva

La finale di Coppa d'Africa fra Senegal e Algeria sembra un affare privato fra Sadio Mané e Riyad Mahrez. Ma le storie che meritano di essere raccontate sono quelle di Idrissa Gana Gueye e di Youcef Belaïli, due calciatori con vissuti molto diversi che sono riusciti a diventare fondamentali ...
L’anima della Coppa delle Coppe in sette partite

L’anima della Coppa delle Coppe in sette partite

Vent'anni fa chiudeva i battenti la Coppa delle Coppe. In attesa del ritorno della terza competizione europea per club, ecco i match che hanno scritto l'altra storia del trofeo internazionale che è invecchiato peggio ...
Lukaku è l’uomo giusto per l’Inter?

Lukaku è l’uomo giusto per l’Inter?

Lukaku è un giocatore molto diverso da Icardi: non attacca la profondità come Maurito, ha più atletismo, e per quanto non sia abile nelle sponde è capace comunque di aprire spazi per i compagni. Non vincerà da solo, ma comunque potrebbe aiutare l'Inter a cambiare volto ...
Perché il ritiro estivo è tornato di moda

Perché il ritiro estivo è tornato di moda

Il ritiro è tornato in auge perché in tempi in cui l’estate è diventata una cassaforte per monetizzare il proprio brand in giro per il mondo, e l’International Cup ne è l’esempio più famoso, le società che hanno resistito nel difenderlo, e persino allungarlo, hanno ottenuto grandi risultati ...
Perché Neymar e Mbappé devono separarsi

Perché Neymar e Mbappé devono separarsi

Il brasiliano e il francese vivono il calcio come un divertissement. Per far entrare i loro nomi nel dibattito sui più forti di sempre dovrebbero separarsi. Perché lì dove la brama famelica di lasciare il proprio marchio non si annida, la rivalità può essere lo stimolo necessario per superare se stessi e i propri limiti ...
L’anno in cui Baggio si tagliò il codino

L’anno in cui Baggio si tagliò il codino

22 gol segnati, infiniti assist per i compagni e rossoblù in Intertoto. Ecco perché la stagione 1997/1998, l'unico anno in cui il divin codino vestì la maglia del Bologna, è passata alla storia ...
Griezmann è l’acquisto perfetto per il Barcellona

Griezmann è l’acquisto perfetto per il Barcellona

Griezmann al Barcellona come la cosa più naturale possibile, anche se avviene con un anno di ritardo e qualcuno in Catalogna non ha ancora digerito il no di un anno fa ...
Federer vs Djokovic oltre i kolossal

Federer vs Djokovic oltre i kolossal

La finale di Wimbledon è stata una delle partite più belle della storia del tennis, che poi diverrà pure romanzi e film, perché c’erano due tipi d’uomo, due mondi, due modi di sparare differenti: che hanno riscritto il genere western. ...
Palermo 1986, il padre di tutti i fallimenti

Palermo 1986, il padre di tutti i fallimenti

Il Palermo è a un passo dalla sparizione, bocciato dalla Covisoc e, ricorsi permettendo, fuori dalla Serie B e dal calcio professionistico. Un incubo che ricorda molto da vicino il clamoroso crack del 1986 ...
Il momento della Viola sembra una partita a Football Manager

Il momento della Viola sembra una partita a Football Manager

Daniele Pradé ha detto che la Viola ha sotto contratto 75 calciatori, ma 60 non sono funzionali al progetto. Ecco quali potrebbero essere quei 15 nomi buoni per far partire il progetto tecnico di Vincenzo Montella ...
Il Benin ha imparato a sognare

Il Benin ha imparato a sognare

Gli "Scoiattoli" si sono dovuti arrendere al Senegal ai quarti di finale di questa Coppa d'Africa. Un ottimo risultato comunque per una Nazione che, per finanziare la propria partecipare alla competizione, ha dovuto introdurre una tassa pro tempore sull'energia elettrica ...
Gareth Bale, l’alienazione del ricco

Gareth Bale, l’alienazione del ricco

L’alienazione nel Novecento è sempre stata sostenuta come un male sociale del povero, dell’operaio, dell’impiegato non certo una malattia di gente ricca e famosa. Il gallese, invece, ha dichiarato di aver sofferto pesantemente il passaggio al calcio professionistico, dominato da logiche e regole ferree ...

Icons – una serie di QuattroTreTre

Icons – Edmundo

L’ALFABETO DELLA SETTIMANA

Tutte le dichiarazione più interessanti della settimana dalla A alla Z