SILENT CHECK
di Marco Marsullo

Non vinciamo l’Europa League da un secolo

Non vinciamo l’Europa League da un secolo

Il calcio italiano ha un problema, acclarato e ...

SILENT CHECK

di Marco Marsullo

tutti gli articoli...

Non vinciamo l’Europa League da un secolo

Non vinciamo l’Europa League da un secolo

Il calcio italiano ha un problema, acclarato e ...
Dove la luce dei riflettori non arriva

Dove la luce dei riflettori non arriva

La finale di Coppa d'Africa fra Senegal e Algeria sembra un affare privato fra Sadio Mané e Riyad Mahrez. Ma le storie che meritano di essere raccontate sono quelle di Idrissa Gana Gueye e di Youcef Belaïli, due calciatori con vissuti molto diversi che sono riusciti a diventare fondamentali ...
L’anima della Coppa delle Coppe in sette partite

L’anima della Coppa delle Coppe in sette partite

Vent'anni fa chiudeva i battenti la Coppa delle Coppe. In attesa del ritorno della terza competizione europea per club, ecco i match che hanno scritto l'altra storia del trofeo internazionale che è invecchiato peggio ...
Lukaku è l’uomo giusto per l’Inter?

Lukaku è l’uomo giusto per l’Inter?

Lukaku è un giocatore molto diverso da Icardi: non attacca la profondità come Maurito, ha più atletismo, e per quanto non sia abile nelle sponde è capace comunque di aprire spazi per i compagni. Non vincerà da solo, ma comunque potrebbe aiutare l'Inter a cambiare volto ...
Perché il ritiro estivo è tornato di moda

Perché il ritiro estivo è tornato di moda

Il ritiro è tornato in auge perché in tempi in cui l’estate è diventata una cassaforte per monetizzare il proprio brand in giro per il mondo, e l’International Cup ne è l’esempio più famoso, le società che hanno resistito nel difenderlo, e persino allungarlo, hanno ottenuto grandi risultati ...
Perché Neymar e Mbappé devono separarsi

Perché Neymar e Mbappé devono separarsi

Il brasiliano e il francese vivono il calcio come un divertissement. Per far entrare i loro nomi nel dibattito sui più forti di sempre dovrebbero separarsi. Perché lì dove la brama famelica di lasciare il proprio marchio non si annida, la rivalità può essere lo stimolo necessario per superare se stessi e i propri limiti ...
L’anno in cui Baggio si tagliò il codino

L’anno in cui Baggio si tagliò il codino

22 gol segnati, infiniti assist per i compagni e rossoblù in Intertoto. Ecco perché la stagione 1997/1998, l'unico anno in cui il divin codino vestì la maglia del Bologna, è passata alla storia ...
Griezmann è l’acquisto perfetto per il Barcellona

Griezmann è l’acquisto perfetto per il Barcellona

Griezmann al Barcellona come la cosa più naturale possibile, anche se avviene con un anno di ritardo e qualcuno in Catalogna non ha ancora digerito il no di un anno fa ...
Federer vs Djokovic oltre i kolossal

Federer vs Djokovic oltre i kolossal

La finale di Wimbledon è stata una delle partite più belle della storia del tennis, che poi diverrà pure romanzi e film, perché c’erano due tipi d’uomo, due mondi, due modi di sparare differenti: che hanno riscritto il genere western. ...
Palermo 1986, il padre di tutti i fallimenti

Palermo 1986, il padre di tutti i fallimenti

Il Palermo è a un passo dalla sparizione, bocciato dalla Covisoc e, ricorsi permettendo, fuori dalla Serie B e dal calcio professionistico. Un incubo che ricorda molto da vicino il clamoroso crack del 1986 ...
Il momento della Viola sembra una partita a Football Manager

Il momento della Viola sembra una partita a Football Manager

Daniele Pradé ha detto che la Viola ha sotto contratto 75 calciatori, ma 60 non sono funzionali al progetto. Ecco quali potrebbero essere quei 15 nomi buoni per far partire il progetto tecnico di Vincenzo Montella ...
Il Benin ha imparato a sognare

Il Benin ha imparato a sognare

Gli "Scoiattoli" si sono dovuti arrendere al Senegal ai quarti di finale di questa Coppa d'Africa. Un ottimo risultato comunque per una Nazione che, per finanziare la propria partecipare alla competizione, ha dovuto introdurre una tassa pro tempore sull'energia elettrica ...
Gareth Bale, l’alienazione del ricco

Gareth Bale, l’alienazione del ricco

L’alienazione nel Novecento è sempre stata sostenuta come un male sociale del povero, dell’operaio, dell’impiegato non certo una malattia di gente ricca e famosa. Il gallese, invece, ha dichiarato di aver sofferto pesantemente il passaggio al calcio professionistico, dominato da logiche e regole ferree ...
Storia evolutiva del portiere di riserva

Storia evolutiva del portiere di riserva

Negli anni Ottanta erano entità che si sperava di non dover mai mandare in campo. Ora, invece, sono dei titolari a tutti gli effetti che dividono la porta con il numero 1. Ecco come è cambiato il ruolo di portiere di riserva negli ultimi 40 anni ...
Il purgatorio di José Mourinho

Il purgatorio di José Mourinho

Era libero, eppure non ha trovato una panchina. Perché non ha saputo rinnovare se stesso. O perché ha provato a farlo troppo tardi ...
Qualcuno salvi Radja Nainggolan

Qualcuno salvi Radja Nainggolan

Come uno dei centrocampisti più completi d'Europa si è trasformato in un esubero da allontanare il prima possibile ...
Il Milan che sta nascendo

Il Milan che sta nascendo

Ecco perché quello rossonero sembra un progetto seducente e credibile, chiaro e organico; un progetto che, per la prima volta dopo tanto tempo, sembra andare in una direzione precisa, forse quella giusta ...
Tante grazie, Gold Cup

Tante grazie, Gold Cup

Il fitto calendario di competizioni concomitanti ha tolto spazio al torneo della Concacaf. Ecco sette storie che potreste esservi persi ...
Cosa ricorderemo di questa Copa America?

Cosa ricorderemo di questa Copa America?

Il Brasile ha vinto il trofeo, ma a rendere unica questa Copa sono state le prestazioni di Dani Alves, il cammino poco lineare dl Perù, Messi che parla come D10S, il ricambio argentino e le giocate della Colombia ...
Cinque nomi che potrebbero far comodo all’EuroToro

Cinque nomi che potrebbero far comodo all’EuroToro

Con l'esclusione del Milan il Toro riparte dai preliminari di Europa League. Ecco qualche nome che potrebbe trovare spazio in queste prime fasi che sanno molto di Intertoto ...
Vicini, lontanissimi

Vicini, lontanissimi

Nella notte fra domenica e lunedì Stati Uniti e Messico si giocheranno la finale di Gold Cup. Una sfida fra due nazioni divise da un poroso confine di 3 mila chilometri ma, soprattutto, da un modo di vedere la vita e il calcio profondamente diverso. Una delle rivalità più accese del mondo si arricchisce di un nuovo capitolo ...
Essere gruppo, diventare Mannschaft

Essere gruppo, diventare Mannschaft

4 luglio 1954, Ungheria e Germania Ovest si giocano il titolo mondiale. I magiari sono favoriti, per i tedeschi è già un'impresa essere arrivati alla finalissima. I bianchi provano a opporsi alla squadra più forte del mondo puntando su grinta, tenacia e atletismo. Ecco servito il Miracolo di Berna ...
La vera statura di Collins Faï

La vera statura di Collins Faï

Da piccolo il laterale del Camerun è stato sfruttato nelle piantagioni di caffè di Bamenda. I pesantissimi sacchi che era costretto a portare sulle spalle, infatti, hanno impedito alle sue ossa di svilupparsi e la sua altezza non supera i 165 centimetri. In campo, però, lotta come un leone ...
L’insopportabile linguaggio del calciomercato

L’insopportabile linguaggio del calciomercato

La narrazione del calciomercato ormai assomiglia a una spy story che deve essere scritta con le regole di una serie tv, non di un film. E per arrivare a più utenti possibile ha bisogno di un vocabolario tutto particolare, dominato da cliché, periodi ipotetici ed espressioni che devono lasciare la porta aperta ai successivi sviluppi ...
Una sfida aperta da 140 anni

Una sfida aperta da 140 anni

Quella fra Cile e Perù è la rivalità più profonda e sentita di tutto il Sudamerica, un antagonismo nato con la Guerra del Pacifico del 1879 e ravvivata dalla semifinale di Copa America del 2015 ...
L’occasione del Napoli

L’occasione del Napoli

Dopo aver valutato e valorizzato il patrimonio tecnico, Ancelotti vuole colmare il gap con la Juventus. Con un mercato di rottura rispetto alla tradizione di De Laurentiis. ...
L’ambizione di Stefano Sensi

L’ambizione di Stefano Sensi

Ecco cosa può dare al centrocampo dell'Inter il talento di un regista cresciuto con il mito di Xavi ...
Questa Juventus assomiglia al Real dei galacticos

Questa Juventus assomiglia al Real dei galacticos

I bianconeri hanno seguito per anni un modello fatto di acquisti oculati, di compattezza in campo e gioco speculativo. Un modello dove la società veniva prima di tutto. Ora, invece, stiamo assistendo alla Juve di Cristiano Ronaldo, un instant team che raccoglie grandi stelle internazionali dall'ingaggio pesantissimo e l'ego smisurato ...
Lionel Messi al contrario

Lionel Messi al contrario

Nelle ultime grandi competizioni internazionali la Pulce ha sempre trovato gol e buone prestazioni nelle fasi iniziali, senza trovare acuti nelle partite più difficili. In questa Copa America, invece, non ha ancora iniziato a brillare. A 32 anni è arrivato il momento di compiere il proprio destino e rovesciare la storia. ...
Il Cile, l’Unione Sovietica e quella partita fantasma del 1973

Il Cile, l’Unione Sovietica e quella partita fantasma del 1973

Nel 1973 Brežnev impedì alla nazionale dell'Unione Sovietica di volare in Cile per lo spareggio in vista della Coppa del Mondo del 1974. Ne venne fuori una partita surreale in uno stadio dove fino a poco tempo prima erano stati massacrati gli oppositori della dittatura ...
Manolas al Napoli è il fallimento tecnico della Roma americana?

Manolas al Napoli è il fallimento tecnico della Roma americana?

La cessione del greco al Napoli rischia di diventare la Caporetto giallorossa. Perché la Roma non solo va a rafforzare quella che doveva essere una sua diretta concorrete, ma lo fa anche incassando una cifra decisamente contenuta. Un'operazione che pone fine al sogno di diventare grandi tramite plusvalenze ...

Icons – una serie di QuattroTreTre

Icons – Jari Litmanen

L’ALFABETO DELLA SETTIMANA

Tutte le dichiarazione più interessanti della settimana dalla A alla Z