Silent Check

Seven nation Mancio

By 9 Settembre 2019

La missione è quasi completa, basta battere la Grecia e saremo ai prossimi Europei. Non era scontato farlo in questo modo, a punteggio pieno, dopo il disastro dell’era Ventura. L’Italia di Mancini corre e ha qualità, ovunque. Un turn over giusto, sereno, che include una ventina di giocatori nel giro di una Nazionale piena di talento. Occhei, ieri era contro la Finlandia, però mai dare nulla per scontato nella nuova geografia del calcio europeo, ridisegnata su ritmi e rose quasi sempre all’altezza, dove – salvo Liechtenstein, Malta, San Marino e poche altre – tutte si giocano i tre punti a visto aperto.

Lorenzo Pellegrini largo a sinistra lascia perplessi, in partenza, ma il romanista si prende la fascia e gioca una partita ottima. Chiesa, ormai, è incontenibile. Abbatte terzini, centrali, lancia in area dei cross che sembrano mattoni in caduta libera dal terzo piano di un palazzo. Appena alzerà un po’ più la testa e saprà mantenere di più la calma, avremo in casa il nuovo fenomeno del calcio che conta. Acerbi e Izzo in versione Nesta e Cannavaro. Immobile che fa gol dopo due anni. Sensi e Barella sontuosi; anche se una tiratina d’orecchie va fatta all’ex Sassuolo, che perde un paio di palloni sanguinolenti sulla trequarti azzurra e da uno di questi nasce il rigore, che provoca lui stesso.

Ci penserà Conte a fargli capire che non è Iniesta, ma un ottimo calciatore con ampi margini di miglioramento. Ce la giocheremo, nell’Europeo itinerante del 2020, senza paura. Finalmente con una Nazionale che, dopo i fasti degli anni Novanta e primi Duemila, è tornata a fare quello che le compete come missioni: giocare un calcio pieno di bellezza. Tanti, tantissimi meriti al Mancio.

Marco Marsullo

About Marco Marsullo

Marco Marsullo è nato a Napoli nel 1985. Scrittore per Einaudi. Editorialista calcistico per il Corriere del Mezzogiorno, SportWeek e la Gazzetta dello Sport. Difensore centrale, piedi storti, braccia larghe in marcatura.

Leave a Reply

Leggi un altro articolo
Leggi un altro articolo
Nella vittoria di Monza Charles Leclerc ha dimostrato un sangue...