Silent Check

Zapatone top player

By 28 Ottobre 2020

Duvan Zapata è uno degli attaccanti più forti d’Europa, ergo: del mondo. Inutile girarci intorno. Ha tutto: velocità, progressione, un tiro micidiale, fisico e consapevolezza di come usarlo per far salire la squadra. Il mistero non è che giochi, oggi, nell’Atalanta; perché l’Atalanta è, di fatto, tra le squadre più forti d’Europa, ma perché ci sia arrivato così tardi e perché il Napoli lo abbia archiviato con così tanta leggerezza. Perché in azzurro si vedevano sprazzi del giocatore che sarebbe diventato poi oggi, eppure lo spazio che aveva era sempre troppo poco. Davanti aveva Cavani, certo, e Cavani in quegli anni al Napoli era come una saetta che dal cielo si abbatteva sul pianeta, però oggi, sotto al Vesuvio, Zapata è senza dubbio un rimpianto. La domanda è: come mai nessuno ha ancora offerto cinquanta o sessanta milioni all’Atalanta per comprarlo? Perché non comincia a pensarci il Milan per il dopo Ibrahimovic? O l’Inter per farlo ruotare con Lukaku? O la Juventus come nuovo ciclo dopo che, giocoforza, Cristiano Ronaldo lascerà Torino? Altrimenti, la Roma potrà prenderlo quando Dzeko lascerà la capitale. Insomma: Zapata giocherebbe praticamente ovunque, in questa Serie A. E forse anche in tante altre squadre d’Europa. La doppietta di ieri con l’Ajax, in rimonta, ha consacrato anche in Champions League un calciatore fenomenale. Nient’altro da aggiungere.

Leave a Reply