Feed

Guida definitiva alla Copa Libertadores 2020

By 2 Marzo 2020 Marzo 3rd, 2020

Squadre, allenatori, giocatori. Tutto quello che c’è da sapere sulla competizione che da stanotte infiammerà il calcio sudamericano

Lo scorso anno, la Copa Libertadores è tornata al Flamengo grazie a Gabigol, che l’ha strappata dalle mani al River a tempo scaduto, con una delle sue tante mosse di divertita spacconeria. La finale di Lima è stata un elogio al calcio sudamericano nella sua forma più pura e priva di stereotipi: prima di tutto perché la gente non ha permesso che si giocasse a Santiago, e che le sue proteste e gli abusi subiti fossero coperti dal rumore; e poi perché si sono affrontate le due squadre più spettacolari, efficaci e avanzate del Sudamerica, River Plate e Flamengo, e le due teste che le hanno plasmate, Marcelo Gallardo e Jorge Jesus. Lima è stato il meglio che il calcio sudamericano avesse da offrire, l’incontro tra i protagonisti di un dualismo unico.

La finale del 2020 non si potrebbe non giocare al Maracaná, un museo a cielo aperto della storia del Brasile, che sta accogliendo una delle migliori squadre mai viste da quella parte dell’Oceano. Si riparte da lì, e ci riproveranno tutti. Il River Plate di Gallardo, l’altra metà dell’élite. Il Boca Juniors, che ha scelto di cimentarsi nel rischiosissimo ma affascinante esercizio di cercare la propria identità guardando indietro invece che avanti. Il Grêmio, che non può mai essere dato per morto, l’Internacional, che vuole rinascere, e tutte le altre. Questa guida non pretende di prevedere cosa accadrà; ha l’unico obiettivo di raccontare il presente del calcio sudamericano, con i suoi grandi e piccoli avvenimenti, le idee che lo muovono e il talento che lo accende.

Ecco tutte le squadre analizzate gruppo per gruppo

 

Grupo A     Grupo B     Grupo C     Grupo D     Grupo E     Grupo F     Grupo G     Grupo H

Leave a Reply